Blogging

2020: l’anno dei perché

Al termine di ogni anno, Google elabora un interessantissimo report su quali sono state le principali ricerche online dell’anno appena concluso.

Il 2020 è stato un anno difficile, durante il quale sono venute meno certezze che eravamo soliti dare per scontate. Non stupisce più di tanto che il 2020 sia stato l’anno del “perché”.

Perché si chiama Coronavirus? o ancora Perché le scuole sono chiuse?

Gli utenti hanno cercato online informazioni rispetto a questa nuova quotidianità, alla quale non siamo ancora abituati, sperando di poter trovare delle risposte ai propri perché.

Google — Year in Search 2020

Se è vero che nel corso del 2020 abbiamo posto molte domande a Google, è anche vero che non a tutte siamo stati in grado di dare risposta. Fino a quando non si tornerà a una situazione di normalità, gli utenti continueranno ad utilizzare internet per cercare informazioni, ma anche per svago e per coltivare nuovi hobby.

Durante l’anno ormai passato siamo diventati tutti un po’ cuochi, ecco quindi che è il momento giusto, per i siti o i blog di cucina, per essere presenti online, offrire contenuti nuovi ed originali, presentare ricette alternative, raccontare come è nato un dolce o una specialità tipica di un qualche luogo.

Che lo vogliamo o no, le ricerche degli utenti impattano e devono impattare quello che un sito o un blog hanno da offrire. Se i temi caldi del momento è sono il cashback e la lotteria degli scontrini, siti che parlano di economia e finanza devono cavalcare l’ondata di interesse e farsi trovare di fronte alle ricerche degli utenti.

Ecco perché, come blogger, non possiamo esimerci dal sapere cosa sta succedendo nel mondo intorno a noi, di cosa si parla online, sui social, in televisione. Dobbiamo essere abili nell’utilizzare il nostro spazio online nel modo giusto, al momento giusto, facendoci trovare da chi, inconsapevolmente, sta cercando proprio noi e i nostri contenuti.

Google trends è lo strumento che può aiutarci a capire quali sono le tendenze degli ultimi giorni e addirittura delle ultime 24 ore. È anche possibile filtrare i trend per alcune categorie specifiche – come affari, benessere o sport – e attivare una notifica via mail per essere sempre aggiornati sulle ricerche in tendenza.

4 pensieri su “2020: l’anno dei perché”

  1. certo cavalcare l’onda del momento è opportuno per veder crescere i propri followers, io in qualche modo parlando di viaggi, visto che se ne possono fare ancora pochi, in qualche modo ci sto dentro, poi più in la si vedrà…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...