Blogging

Il blog è morto?

Quante volte vi è capitato di sentir dire questa frase: il blog è morto. Un po’ come “la SEO è morta”. E allora com’è che lavoro come SEO Consultant e possiedo un blog? Forse non ho capito niente della vita…

O forse, ma forse ovviamente, molte persone parlano a vanvera, magari senza sapere davvero cosa significa avere un blog.

Gli utenti, in quanto persone, hanno bisogni da soddisfare, domande alle quali cercano risposte, passioni da coltivare, curiosità da nutrire. Fintanto che le persone continueranno ad usare Internet per trovare ciò di cui hanno bisogno, come potranno mai morire i blog?

Sicuramente ogni anno nascono nuovi blog e di questi ne sopravvivano molti pochi, ma la colpa risiede nel fatto che il blogging è morto?

Più plausibilmente la colpa è di chi apre un blog, con la convinzione che gli articoli si scrivano da soli e che basti qualche bella foto per iniziare a guadagnare.

Forse il problema di fondo è che spesso si parla senza conoscere realmente ciò su cui si vuol dare sentenza.

Poche persone capiscono realmente il valore di un blog, in quanto mezzo di divulgazione, intrattenimento, condivisone. Talvolta solo i blogger sono a conoscenza degli investimenti necessari, in termini di tempo, impegno e denaro.

I blog esistevano prima dei social network e sono sopravvissuti anche in seguito al loro avvento. E anzi, grazie ai social ora i blog possono essere condivisi e raggiungere un pubblico ancora più ampio!

Faccio realmente fatica a comprendere la ragione per cui per tante persone un blog è inutile, una perdita di tempo, un investimento senza ritorno.

Eppure conosco molte persone che possiedono un blog da anni e hanno perfino scritto un libro. Persone che magari non guadagnano milioni, ma che sicuramente sono un esempio di come il blog sia ancora vivo e, soprattutto, funzioni.

Più che il blogging in sé, l’impressione è quella che siano gli aspiranti blogger a morire e il motivo è sempre lo stesso: quando si prova ad avviare un blog, ci si rende conto di cosa significhi realmente averne uno. E non tutti sono disposti a fare sacrifici per esso.

23 pensieri su “Il blog è morto?”

  1. Buongiorno! Bellissimo articolo, molte persone mi hanno detto che avere un blog è inutile perché ci sono i social, a me a dire la verità i social non piacciono molto…ho solo Instagram che uso pochissimo.
    La penso esattamente come te e sono totalmente d’accordo! I blog sono la rete, senza i blog e i siti non esisterebbe nemmeno internet 😊
    Il blog mi ha dato tantissime soddisfazioni ed emozioni, aiutandomi a superare alcune difficoltà della mia vita grazie alle persone meravigliose che ho incontrato, e ho potuto mostrare al mondo le mie creazioni, aiutandomi anche ad uscire dal tunnel della timidezza. I blog sono troppo importanti, non abbandonerei mai il blogging, mi appassiona tantissimo! 😊

    Piace a 2 people

    1. Bravissima Ylenia! È vero, l’impegno è molto ma penso che sia una delle poche cose in cui, tutto quello che dai, poi ti torna indietro. Le emozioni e le soddisfazioni che può regalare un blog sono infinte. Senza contare la sua capacità di unire le persone e di condividere. È davvero un peccato che molte persone non lo capiscano e lo sottovalutino.

      Piace a 1 persona

  2. ciao^^
    io all’inizio pensavo che scrivendo un blog (all’inizio era pure piuttosto scarno il tutto) tutti arrivassero a leggere la mia opinione; solo ora sto iniziando a ingranare e sto usando le visual storiche per modifocare i post meno letti :=)

    Piace a 1 persona

  3. Ciao bellissimo articolo e condivido pienamente ciò che dici. Io è da poco ch ho aperto il blog ho sempre temporeggiato in questa scelta proprio perchè per sentito dire, sono a conoscenza del tempo necessario che bisognerebbe dedicarci per non farlo appunto morire. Voi siete tutte brave, aggiornate le pagine, scrivete nuovi articoli e io da voi sto imparando essendo inesperta come Blogging, questo mondo mi piace, mi appassiona e come voi spero di avere la giusta costanza per riuscire a portare avanti il mio. Grazie a tutti per esserci

    Piace a 1 persona

    1. Grazie mille a te per le belle parole! Quello che posso dirti è che se c’è la passione, il blog lo si porta sempre avanti. Certo, serve impegno e costanza. Certe settimane si riesce a pubblicare di più, certe altre meno! Ma comunque vedrai che verrai ripagata del tempo investito in questa attività 😊

      Piace a 1 persona

  4. Concordo pienamente con il tuo articolo. Sono molto contenta di aver aperto il mio blog e mi piace condividere idee, immagini e musica con altri bloggers. Certo, ci vuole pazienza e forse molti dopo un po’ di stufano. Mi spiace solo che wp a volte non aiuta molto. Tante persone che leggono il mio blog e che non hanno wp fanno fatica a mettere like e commenti. Buona giornata e grazie per i tuoi Consigli sempre utilissimi 🙂😉

    Piace a 2 people

  5. Io penso che il blog abbia perso parecchio seguito con l’avvento dei vlog. Ovviamente, avendone uno, non posso che parlarne bene anche se credo che si stia assistendo ad una lenta discesa. Abbiamo perso la pazienza di leggere, è questa la verità.

    Piace a 1 persona

    1. Mi trovi d’accordo sul fatto che la gente abbia perso la voglia di leggere e ridotto di molto la pazienza. Penso però che, finché continueremo a cercare qualsiasi tipo di informazione online, i blog non moriranno! Inoltre i blog che esistono da tempo hanno ormai un un pubblico fedele, che si aspetta sempre nuovi contenuti! 😊

      "Mi piace"

Rispondi a Alessandro Gianesini Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...